ANGELO DI MARIO

 

PUBBLICAZIONI

 

RICERCHE

 

DELL'AUTORE

 

 

La lingua degli Etruschi


LA LINGUA DEGLI ETRUSCHI (Anatolica), ALBERTI & C. EDITORI, Via Ristoro di Arezzo, 166 - 52100 Arezzo (Italia)
Finito di stampare nel gennaio 2000 dalle L. P. per conto della ALBERTI & C. Editori



"La lingua degli Etruschi" contiene scritti redatti in vari periodi. Si Ŕ creduto opportuno metterli assieme in modo che potessero integrarsi e fornire al lettore diversi esempi e un buon materiale per la comprensione. Il volume contiene una serie di riferimenti certi e documentati che conducono tutti in Anatolia, sede di provenienza dei Tirreni, in localitÓ comuni agli Elleni arcaici. Dal confronto di molti termini ne scaturirÓ l'evidente parentela espressiva e lo scopo non Ŕ quindi soltanto quello di proporre interpretazioni, ma di mettere in risalto ogni traccia capace di rivelare la sicura appartenenza.
Come dire l'etrusco arce "ha", messo a confronto con l'ittita har-mi "ho", har-zi "ha", har-du "abbia" ; oppure sanavence "ha allevato" con sallanuskir "allevarono", tece "ha posto", tehhi "pose"; ancora i re "Metele/Metello" e "Muwatallis", "Camnas" e "Kamanas"; la dea Thesan "Luce" e teshaniskiwan "apparire".
Un libro colto e intelligente, una miriade di notizie spesso inedite e comunque estremamente interessanti.

TLE, 169: alethnas . v . v . thelu . zilath . parchis . zilath . eterav . clenar . ci acnanasa elssi zilachnu . thelusa . ril . XXVIIII papalser . acnanasa . VI . manim . arce ril LXVI

"Dagli Alethna V(el) (figlio) di V(el). Fece il tele/magistrato della torre, tele delle trib¨. Figli tre cresciuti. Pi¨ volte teleste (*tellechese; teletÚ) Ŕ stato sin dall'etÓ di XXVIIII. Nipoti cresciuti VI. Il Mane (Cielo) (l') ha avuto all'etÓ di LXVI."

Analisi: thelu, thelusa: gr. tÚllo 'compiere, essere', zil-/zilath/ zilach, gr. epi-tÚllo (*zello/ *tillas/ *tillachesu; gr. oÝ en tÚlei; non da tÚlos) 'tele'; zilachnu 'teleste/governatore', ittita tulijas 'luogo di governo'; mic. *tere, tereta; parchis: gr. p˙rgos 'torre'; eterav: (*ewetesaFs), gr. oiÚtes, obßtas = kˇme/ phulÚtas 'paese/ trib¨' ; clenar: (*zenas), ind. sunus, 'figli' ; ci: *kih < *sih 'tre' ; acnanasa: (*aksatasa),
gr. a¨kso, auksÓno, lat. augeo (*aukeso) 'accresco' ; elssi: eteo p-alsi < B-ALsi 'volta' ; ril: ri- 'soli  > anni' ; papalser: ittita pahhuwarses 'nipoti' ; manim: (*F-AN-i-we) 'Cielo' ;
arce: ittita harmi 'ho' , harzi 'ha', hardu 'abbia'. 

La patria dei Tirseni/ Tirreni/ *Felisni: l'Anatolia, dove provenivano i nomi dei loro dŔi (Tur(h)an, Laran, Thesan, Fufluns, divinitÓ derivata dal nome del re Suppiluliumas < *s/FuFilunjusFas ' Solare/Solone '...);
dei loro re (Muwatallis/ Metello, Tuwatias/ Tite...); i loro stessi nomi (Arunth, Laris, Vel...); abitavano le cittÓ di *Tarhuissa/Troia, re Paris; Dattassa/ *Tar(hu)tassa, dei Dardani; Tarhuntassa, re Kuruntas; Vilussa (*Velussa > FÝlios/ ═lios), re Alaksandus; di Arzawa, nel paese di Lukka; a contatto con Hurriti, Luvi......